Seleziona una pagina

I LoftCube sono una nuova alternativa di abitazione che si sposa con il Design NewyorKese  con Spirito Green ed un po di stravaganza.

Sono tante le persone che sognano di vivere in un attico, ma solo pochi si possono permettere una simile abitazione. Una nuova tendenza costruttiva sembra però essere destinata a sfatare questo luogo comune: si tratta del LoftCube, un’unità abitativa che si può posizionare ovunque si desideri, tetti di edifici inclusi.

Le unità abitative LoftCube

L’idea dei LoftCube si deve al designer tedesco Werner Aisslinger che, coordinando un gruppo di giovani e promettenti architetti, ha creato un’unità abitativa dalle grandissime potenzialità. I moduli LoftCube presentano una forma di parallelepipedo (7.5 m x 7.5 m di larghezza, per 3.5 metri di altezza) e una superficie di 52 metri quadrati, ed hanno un costo di circa 55 mila euro.

Queste unità abitative sono divise in piccoli locali mediante pareti divisorie, cosicché al loro interno si trova tutto: cucina, bagno, zona giorno e camera da letto.

La praticità di LoftCube

È possibile personalizzare al massimo il proprio LoftCube, dal momento che i pannelli divisori sono costituiti da elementi mobili e che le pareti si possono scegliere di aspetto opaco, traslucido o addirittura trasparente. I materiali costruttivi sono prevalentemente il metallo, il vetro ed il legno lamellato.

I LoftCube possono essere posizionati ovunque: su un tetto, in mezzo ad un prato, nel bosco e via dicendo. Dal proprio LoftCube posizionato in cima ad un grattacielo, ad esempio, è possibile godere di una vista a 360 gradi sul panorama urbano da fare invidia a qualsiasi attico.

New York impazzisce per i LoftCube

Nella Grande Mela sono centinaia i grattacieli, e le coperture di molti di essi non vengono destinate ad alcuna funzione. Per questo motivo, fra chi se lo può permettere sta iniziando a spopolare la mania per i LoftCube, che fanno capolino qua e là sui tetti dei grattacieli.

New York è una delle capitali mondiali del design, pertanto l’idea di queste stravaganti casette trasportabili è stata accolta con interesse. Dal momento che nella giungla d’asfalto delle metropoli ‘si può andare solo in alto’, costruire sui tetti sembra l’unica soluzione possibile per chi è alla ricerca di spazio. Così facendo, inoltre, non si consumano nuove aree edificabili.

Related Post